L’avreste mai detto?

05/03/2013 § 6 commenti

PaperinikAPPg_gioco4_part

Vi ricordate del bieco Marajà del Verdestan, protagonista di un memorabile tentativo di contendere a Paperon de’ Paperoni il suo primato di ricchezza? Da quell’increscioso episodio in cui la città di Paperopoli  fu sul punto di soccombere sotto una proliferazione di assurdi monumenti, tanto preziosi quanto fuori scala, il Marajà, sconfitto, è stato  strappato solo di rado al suo forzato oblio.

Il caso ha però voluto che,  proprio nell’ultima settimana, il suo nome abbia riecheggiato  per ben due volte nelle pubblicazioni Disney. Una prima volta, in gran pompa, nella splendida e avvincente “Zio Paperone e l’Ultima Avventura” di Francesco Artibani e Alessandro Perina, e una seconda, molto più in sordina, in un angolino di una tavola  realizzata da me per il Paperinik Appgrade in edicola da oggi. Manco ci fossimo messi d’accordo.

Il compito affidatomi da Alberto Savini era quello di riunire un bel mucchio di miliardari, con tanto di prole, in un vecchio Luna Park in via di dismissione. E io ce li ho messi tutti. Tutti quelli di cui mi ricordavo, almeno. Tranne Molly Mac Gold che, mi perdonino i filologi incalliti, non la sopporto granché. C’è anche Filo Sganga che, non si sa come, è riuscito a imbucarsi. Ebbene, in questa strana ‘riunione di famiglia’ non poteva non fare la sua ri- comparsa l’altezzoso, vanaglorioso, iracondo, superbo Marajà del Verdestan. Solo che, a vederlo prendere per mano, più sorridente del solito, il suo grazioso figlioletto, quasi non lo si riconosce. E allora, viene da chiedersi: l’avreste mai detto?

Ed ecco il disegno tutto intero: se aguzzate la vista, troverete tanti altri milardari e affini, famosi e non. Per chi vuole conoscerli tutti, non resta che acquistare l’albo con le soluzioni!

PaperinikAPPg_gioco4

…Ed ecco come va a finire!

16/12/2012 § Lascia un commento

Riuscirà il nostro eroe ad incontrare la ‘donna’ dei suoi sogni, ed a conquistarla? Come va a finire? Ecco la terza -ed ultima- parte della storiella realizzata per la ’24 heures’ di Angouleme. Ad alcuni è piaciuta, ad altri per niente: dicono che fa cadere le braccia… tutte e sei!

14 copia15 copia 16 copia 17 copia 18 copia 19 copia 20 copia 21 copia 22 copia 23 copia

Ancora insetti…

15/12/2012 § Lascia un commento

Ecco la seconda parte della vicenda….

7 copia8 copia9 copia 10 copia 11 copia 12 copia 13 copiaContinua…. e si conclude domani !

Una Ventiquattr’ore brulicante di… insetti!

14/12/2012 § Lascia un commento

No, non nel senso di valigia. La Ventiquattr’ore di cui parlo è la ’24 Heures de la Bande Dessinée’ di Angouleme. (Sì, si scrive così, accenti a parte, che non li trovi mai sulla tastiera, quando servono). In parole povere si tratta di questo: nel giorno che precede l’inaugurazione del Festival, una sessantina di fumettisti si rinchiudono nella Maison des Auteurs e, una volta che il tema è stato annunciato, si siedono al loro tavolo e fanno una storia di 24 pagine in -indovinate?- 24 ore. All’inizio l’idea è entusiasmante, un po’ come tornare al liceo per un giorno… ma poi ti accorgi che per il tuo amarcord hai scelto proprio il giorno del compito in classe di greco. Ed in più, stavolta il compito dura un giorno intero.

In realtà, non è proprio così: anche se dovessi produrre qualcosa di ignobile, ti dici subito, chi vuoi che lo venga a sapere? Però, quando dopo sei ore quello affianco sta acquerellando le prime 12 tavole e tu sei a pagina tre dello storyboard, un po’ di sconforto ti piglia. Anzi, dopo un po’ il genio di fianco a me se ne è andato proprio a schiacciare un pisolino…

Attori e comparse della storiella che ho cercato di buttare giù sono tutti insetti. Il protagonista, poi, è uno scarafaggio.

Come dite? Fa schifo? Se questo è quello che pensate adesso, figuriamoci quando l’avrete letta.  Ecco la prima parte…

0 copia

1 copia

2 copia

3 copia

4 copia

5 copia

6 copia

“Da tutti noi a tutti voi” !!!

22/12/2011 § Lascia un commento

E’ il titolo ideale per questa copertina natalizia del Topolino #2665, in cui avevo inserito quanti più personaggi possibile, ad affollare i marciapiedi imbiancati di una Paperopoli -o Topolinia?- tutti addobbati per le Feste. Come i più filologi sanno benissimo, era il titolo di un famoso ‘Christmas Special’ televisivo disneyano,, diffuso nel 1958, e da allora ripreso innumerevoli volte. In questa antologia, i cui contenuti venivano aggiornati ogni volta per presentare le nuove produzioni dello studio, si avvicendavano alcuni tra i personaggi più popolari per augurare buon Natale ai bambini -e non- di tutto il mondo. E, prendendo la palla al balzo, gli auguri ve li faccio anch’io: che sia un Buon Natale per tutti!

Uno sba(di)glio per Frankenstein!

16/12/2011 § 1 commento

Ecco la copertina del nuovo libro di Bat Pat, in libreria da qualche settimana, intitolato “Mai dire Frankenstein”. E’ la prima strenna italiana della serie intitolata al famoso pipistrellino detective, le cui avventure sono scritte dal (bravissimo) Roberto Pavanello, illustrate da me, e edite dalla Piemme Battello a Vapore.

Come dite? Mai sentito? Bè, allora non avete che due cose da fare:  1. andare in libreria a sfogliare qualche suo libro, oppure   2. sfogliare le gallerie di immagini qui sul mio blog per poi passare al punto 1.   In realtà in Spagna, dove sono avanti, questo volume è uscito già per Natale scorso, e le copie dell’edizione iberica avevano anche una curiosa particolarità: alcune illustrazioni, se sfregate, liberavano diversi, disgustosi olezzi. Non è un’idea nuova, sono sicuro che i libri di Stilton hanno puzzato -anche in Italia- diversi anni prima di questo, ma che volete? a sentire che una propria illustrazione ha sentore di zolfo o di cane bagnato ci si intenerisce comunque di paterno orgoglio.

Vi mostro questa cover perché è diversa da quella comparsa in libreria. E’ accaduto infatti che, dopo che era stata ‘raffata’, approvata, ‘clinappata’, modificata, ri-approvata, colorata, titolata, gli iberici di cui sopra hanno richiesto di variare la posizione del personaggio di Frankenstein, che ora, nella versione definitiva, sbadiglia!

A Roma per Santa Lucia!

07/12/2011 § 1 commento

Ormai il Natale sta arrivando, e finalmente non mi sento più ‘fuori stagione’ a parlare del presepe. Finalmente  martedì 13 dicembre, alle 18,30, presento a Roma la graphic novel “Il Pastore della Meraviglia”,  che ho scritto e disegnato ispirandomi all’omonimo romanzo di Gennaro Matino. Ci ospiterà (me, il pastore, e quanti vorranno esserci) la Libreria Koob di via Luigi Poletti, 2, nel quartiere Flaminio, proprio di fronte al MAXXI.

Vi aspetto tutti e, se proprio non potete esserci, almeno spargete la Buona Novella!

scarica invito .jpg