Paperi all’ombra del Vesuvio…

27/04/2014 § 1 Commento

Nei giorni scorsi, sulle pagine locali di molti quotidiani è rimbalzata la notizia che il settimanale ‘Topolino’ dedicherà la prossima copertina -quella del # 3049 in edicola il 30 aprile- alla città di Napoli e al Comicon, la cui sedicesima edizione prenderà il via nella stessa data. Fui davvero contentissimo quando in redazione mi parlarono di quest’idea, e mi chiesero di preparare qualche bozzetto. Oltre a essere particolarmente fiero di lavorare a questa cover, la mia gioia era motivata anche dalla seguente considerazione: ogni volta che i paperi arrivano nella mia città, sono regolarmente impegnati ad inseguire Amelia su per le pendici del nostro vulcano… ora, finalmente, forse per la prima volta, Paperino può godersi senza affanno la brezza che sale dal mare, mentre ammira il panorama da un balcone di Posillipo, dipinto con i morbidi colori della tavolozza di Mirka Andolfo. Chissà, forse gettando lo sguardo all’interno, vedremmo anche un filo di fumo venir su dalla moka, e un bel vassoio di sfogliatelle sul tavolo della cucina! Buona vacanza, Paperino, e torna a trovarci presto!

Di seguito, ecco alcuni concept, la tavola definitiva e la cover in via di pubblicazione.

ImmagineImmagine

Immagine

Immagine

Copertina 3049

Annunci

Un silenzio color ocra.

26/11/2013 § Lascia un commento

‘Pluto e la passeggiata spinosa’, che trova posto in ‘Topolino’ # 3026, in edicola questa settimana, è una piccolissima avventura autunnale, su cui non vale la pena di spendere molte parole (anche perché si tratta di un’avventura muta!) Ci tengo, tuttavia, a postare qui qualche vignetta e alcune tavole dello storyboard, per due motivi. Il primo è che  mi sono divertito davvero  molto a lavorare con Pluto, e il secondo è che si tratta del mio primo fumetto pubblicato su ‘Topolino’.

151_bn3_bn-x

Tasselli e transatlantici.

26/07/2013 § Lascia un commento

Che cosa si fa quando, comprata un’anguria, si vuol ‘saggiare’ la bontà dell’acquisto?  Esatto: si incide la corteccia e si procede ad una sorta di ‘carotaggio’, estraendo un quadratino di polpa. Questa operazione dagli incerti esiti è stata persino immortalata da Renato Carosone negli imperituri versi “‘O mellone è asciuto bianco, mo cu cchi t’a vuò piglià?” Anche nel campo del disegno architettonico, per rappresentare, in un’assonometria, parti dell’oggetto che risulterebbero in secondo piano o nascoste, si procede ad estrarle, a mo’ di tasselli di melone, per poterli mostrare in maggiore evidenza. È quello che mi è capitato di fare quando, per un’illustrazione apparsa sul settimanale Topolino, ho rappresentato il celeberrimo Titanic, ovviamente in versione ‘papera’. Volendo restituire la complessità e la vastità di questa enorme macchina, senza rinunciare a mostrarne l’involucro, ho deciso di operare un taglio in corrispondenza del secondo blocco di caldaie e di tirare fuori, come un quadratino di anguria, le rampe superiori del vano scala. Ecco il risultato.

Immagine

Dove sono?

Stai esplorando gli archivi per la categoria Topolino su Raccolta Differenziata.